La Regione Puglia stanzia 1,6 mln per tre interventi a Taranto

La Regione Puglia stanzia 1,6 mln per tre interventi a Taranto

Anche per Centro addestramento subacqueo collegato ad aeroporto

La Regione Puglia, con una delibera di giunta approvata su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico Mino Borraccino, ha stanziato 1 milione e 600 mila euro destinati a progetti di sviluppo rivolti a Taranto e all’area ionica. Si tratta di risorse provenienti dalle royalties riconosciute annualmente alla Regione dalle società che hanno ottenuto l’autorizzazione alla prospezione, ricerca e coltivazione dei giacimenti di idrocarburi ubicati sul territorio.

In particolare, la delibera destina 600 mila euro all’agenzia regionale Asset per finanziare due diversi studi scientifici volti a valutare, il primo, lo spettro delle patologie del bambino e dell’adulto in soggetti direttamente esposti a fattori contaminanti e, il secondo, gli effetti protettivi sulla salute umana esercitati dall’olio di oliva naturalmente arricchito di polifenoli, vitamina E, Omega 3 e Omega 6. Un altro progetto finalizzato alla creazione di una struttura sperimentale e innovativa, denominata «Laboratorio Urbano».

Un secondo finanziamento, pari a 800mila euro, è stato riconosciuto ad ARTI, l’Agenzia Regionale per le Tecnologie e l’Innovazione, che svilupperà degli interventi di supporto alla fase di avvio delle due Zone Economiche Speciali, occupandosi di svolgere anche attività di monitoraggio del loro impatto sui sistemi produttivi regionali e per l’attrazione degli investimenti nazionali e internazionali. Il terzo finanziamento riguarda il Comune di Maruggio che sarà destinatario di 200mila euro per la realizzazione di un progetto finalizzato alla creazione di un Centro di addestramento subacqueo direttamente collegato con lo scalo aeroportuale di Grottaglie, già designato, per iniziativa ministeriale e regionale, quale primo spazio-porto destinato ad accogliere voli suborbitali.