Nell’ambito delle attività di contrasto all’immigrazione clandestina, gli agenti della Questura di Taranto hanno espulso, con accompagnamento nel Paese d’origine, sette cittadini stranieri. Cinque di loro si trovavano in Italia illegalmente, mentre per gli altri – un macedone, già condannato per reato in materia di immigrazione irregolare, e un albanese – il magistrato di sorveglianza ha disposto la scarcerazione con espulsione immediata come previsto dal Testo Unico dell’Immigrazione. Un giovane albanese è stato rimpatriato nella giornata di ieri, in quanto responsabile in Italia di diversi reati contro la persona. Numerose anche le posizioni amministrative di extracomunitari vagliate dall’Ufficio Immigrazione: nei confronti di 22 persone il Questore ha formalizzato altrettanti decreti di trattenimento presso i Centri di Permanenza per il rimpatri nazionali.