I carabinieri di Taranto hanno arrestato un 34enne per estorsione aggravata continuata nei confronti di suo padre. All’uomo è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Giuseppe Tommasino su richiesta del pubblico ministero Rosalba Lopalco.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’indagato, in più occasioni, avrebbe minacciato di morte il genitore, lo avrebbe picchiato impedendogli di uscire di casa e avrebbe danneggiato porte e suppellettili per costringerlo a consegnargli somme di denaro per un totale di circa 2mila euro.

Tali comportamenti, violenti e minacciosi, sarebbero stati assunti sistematicamente dal 34enne dopo il rientro nell’abitazione paterna, avvenuto circa un anno fa. Nel corso delle indagini è stato accertato che l’uomo quotidianamente pretendeva dal padre la somma di 15 euro e che, in caso di mancato recepimento, in alcuni casi, avrebbe devastato la casa paterna arrecando inoltre violenza ai genitori i quali, in alcune circostanze, avrebbero addirittura chiesto in prestito denaro per consegnarlo al figlio.