Il bilancio più grave della notte di Capodanno di Puglia arriva da Taranto dove due bambini sono rimasti gravemente feriti a causa dei petardi esplosi dopo la mezzanotte. Per un bimbo di 10 anni è stata necessaria l’amputazione della mano destra. Il piccolo potrebbe aver raccolto un petardo innescato che poi gli è esploso in mano causando una ferita talmente grave da non potergli salvare l’arto. E’ ricoverato all’ospedale “SS. Annunziata” ed è tenuto sotto stretta osservazione. Dinamica simile per un’altra piccola vittima, sempre a Taranto, in questo caso un bambino di 8 anni finito in ospedale per aver raccolto un petardo che gli è esploso tra le mani. Il piccolo ha perso alcune dita e ha riportato lesioni agli occhi. L’episodio è avvenuto nel rione Paolo VI. Dopo il primo ricovero all’ospedale “SS. Annunziata”, è stato trasferito al Policlinico di Bari. Nel tarantino, a Palagianello, ferito gravemente anche un 19enne, sempre alle mani a causa dell’esplosione di un petardo. Il giovane è stato stabilizzato nel nosocomio di Castellaneta e poi portato al Policlinico di Bari.
Bilancio di quattro feriti in provincia di Lecce. A Torre San Giovanni un 80enne è stato raggiunto da un petardo vicino alla testa. Dopo l’esplosione l’anziano è caduto a terra privo di conoscenza. Trasportato all’ospedale “Fazzi” di Lecce è stato operato d’urgenza per un’emorragia cerebrale. Le sue condizioni sono critiche. Frattura ad un dito per un 53enne di Gallipoli che ha raccolto un petardo ancora inesploso, mentre altri due feriti, un 35enne di Copertino ed un minorenne di Galatina, hanno riportato ferite più lievi.

Nessun incidente o feriti registrati invece tra Bari, Bat e Foggia ma gli episodi di vandalismo non sono mancati. Impressionanti le immagini arrivate da Andria dove in piazza Porta la Barra sono stati esplosi grossi petardi in strada, mentre in via Ospedaletto la conta dei danni riguarda anche i bidoni della raccolta differenziata e buste dei rifiuti. Bidoni non risparmiati nemmeno a Trani dove sono stati registrati anche danni a qualche autovettura parcheggiata in strada.

Notte di intenso lavoro per i vigili del fuoco. Nel giorno di Capodanno sono stati 75 gli interventi in Puglia secondo i dati ministeriali. Da segnalare a Bari e Taranto due interventi dei pompieri per salvare due cani scappati via a causa dei botti ed entrambi finiti in un canale. Il primo è stato recuperato dai sommozzatori e affidato ad un medico veterinario per le cure. Il secondo, a Marina di Ginosa, ha riportato la frattura delle zampe posteriori. Dopo il recupero dei vigili del fuoco è stato medicato.