I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Taranto, durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati inerenti lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno arrestato nella flagranza del reato un 60enne pluripregiudicato tarantino ed il figlio 27enne, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso dell’attività, i militari, coadiuvati da personale in uniforme della polizia locale di Taranto, sono riusciti ad entrare nell’abitazione dei due soggetti, sita nel quartiere “Bestat” del capoluogo jonico e, dopo aver effettuato una perquisizione domiciliare e personale d’iniziativa, li hanno trovati in possesso di 190 grammi di hashish, 8,5 grammi di cocaina e 0,60 di marijuana, oltre a denaro contante per una somma pari ad euro 1.500,00, sottoposta a sequestro in quanto ritenuta provento di attività illecita. Inoltre, nel corso della perquisizione, in possesso del 60enne, è stato rinvenuto un coltello a scatto con una lama lunga 15 cm e l’uomo, pertanto, è stato anche segnalato all’Autorità Giudiziaria per porto abusivo di armi.

I due, al termine delle formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Lecce. Lo stupefacente sequestrato sarà sottoposto ad accertamenti quali-quantitativi presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.