ArcelorMittal ha comunicato ai sindacati il ricorso alla Cig ordinaria per un “periodo presumibile” di 12 settimane, a partire dal 29 marzo, per un massimo di 8.128 dipendenti (tra quadri, impiegati e operai) di Taranto, ovvero l’intera forza lavoro al netto dei dirigenti. Nel caso in cui dovesse essere possibile, la procedura sarà sospesa e sostituita con la Cig Covid 19, come accaduto le scorse settimane.

Proprio all’emergenza epidemiologica, che “ha avuto riflessi in termini di calo di commesse e ritiro degli ordini prodotti”, l’azienda lega la necessità “di dover procedere a una riduzione della propria attività produttiva”.