Da alcuni giorni, il personale del Commissariato di Grottaglie ha intensificato i servizi antidroga a contrasto del fenomeno della spaccio. Dopo la denuncia dei giorni scorsi di un bracciante agricolo che aveva pensato di arrotondare con lo spaccio di hashish, i poliziotti hanno rivolto l’attenzione nei confronti di un giovanissimo grottagliese, già conosciuto per simili reati.

Il sospettato, di poco più di 18 anni, già nel passato ancora minorenne, era stato denunciato sia dagli agenti del Commissariato di Grottaglie che da quelli della Questura di Brindisi, sempre per reati relativi allo spaccio. La conferma dei loro sospetti si è avuta quando i poliziotti hanno deciso di procedere ad una perquisizione in casa del 18enne.

Nella sua camera da letto sono state recuperate alcune foglie di marijuana messe ad essiccare e, attratti dal forte odore della sostanza, gli agenti hanno recuperato in uno stanzino attiguo una pianta in fluorescenza dell’altezza di poco meno di un metro e mezzo.

In un cassetto del comodino sono stati recuperati una pistola, risultata poi a salve, ma priva del tappo rosso, un passamontagna ed una parrucca di colore nero. Su quest’ultimo materiale recuperato e posto sotto sequestro, sono state avviate ulteriori indagini per accertare il loro eventuale utilizzo in qualche pregressa azione criminosa. Il giovane dopo quanto ritrovato nella sua stanza è stato denunciato.