Un arresto e quasi mezzo chilo di hashish: questo il risultato di un’operazione antidroga dei Falchi della Squadra Mobile in pieno centro cittadino. Uno strano movimento di giovani in uno stabile di Piazza Medaglie d’Oro ha insospettito  i poliziotti che hanno deciso di iniziare un servizio di appostamento per dare corpo ai loro dubbi. I clienti, dopo aver citofonato, salivano, spesso anche in maniera furtiva, al primo piano dello stabile per poi uscirne in tutta fretta.

I poliziotti hanno così accertato l’identità del presunto pusher, un insospettabile tarantino di 22 anni. Dopo aver annotato per alcuni giorni il continuo andirivieni di giovani, i Falchi, certi di aver scoperto l’ennesimo spaccio di stupefacenti, hanno deciso di intervenire.

Il 22enne è stato fermato a tarda sera mentre, a bordo di un’utilitaria, faceva rientro a casa. L’immediato controllo personale e dell’auto non ha prodotto i risultati sperati, tranne che per il ritrovamento di circa 200 euro in banconote di piccolo taglio, sul cui possesso il fermato non ha saputo fornire una convincete spiegazione.

La perquisizione domiciliare ha invece permesso di recuperare, occultati all’interno di un borsone sotto il letto, tre panetti di hashish avvolti in cellophane trasparente, del peso di quasi 1/2 kg. In una scatola di cartone, occultata all’interno di una scarpa sportiva, un altro panetto della stessa sostanza per circa 100 grammi, avvolto sempre nello stesso cellophane trasparente.

Nell’armadio, dentro un contenitore in plastica i Falchi hanno recuperato altre 37 dosi di hashish pronte per lo spaccio, un bilancino elettronico di precisione e due lame da taglierino ancora sporchi della stessa sostanza, ed altri 280 euro in contanti. Al termine dell’operazione il giovane è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.