Nell’ambito delle assidue attività di controllo del territorio finalizzate a verificare il rispetto delle disposizioni per il contenimento del virus COVID-19, i “Falchi” della Squadra Mobile, transitando in “Città Vecchia”, hanno notato uscire, a velocità sostenuta, da via Garibaldi una Fiat Punto con un uomo al volante .
Insospettiti, i poliziotti hanno deciso di procedere al controllo dell’automobilista.

Dopo un breve tentativo, di fuga la macchina è stata fermata in via Napoli, subito dopo aver attraversato il Ponte Sant’Egidio. Nel corso del controllo, i “Falchi” hanno scoperto, accovacciato sul sedile posteriore dell’auto, un passeggero in evidente stato di agitazione. Entrambi i fermati, rispettivamente di 36 e 37 anni ed entrambi originari di Grottaglie, non hanno saputo fornire giustificazioni circa la propria presenza a Taranto.

I poliziotti, nel corso della successiva perquisizione personale dei due, hanno trovato nelle tasche del passeggero alcuni involucri in cellophane di colore verde contenenti eroina, cocaina e hashish e nel giubbotto del conducente altri due piccoli involucri in carta alluminio contenenti hashish. Pertanto i due sono stati accompagni negli uffici della Questura, dove il passeggero, pregiudicato grottagliese di 36 anni, trovato in possesso della maggiore quantità di sostanza stupefacente è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente, mentre il conducente dell’auto è stato segnalato alle Autorità competenti quale assuntore di sostanze stupefacenti. I due fermati sono stati anche sanzionati per l’inosservanza alle disposizioni in materia di prevenzione del contagio da covid-19.