I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Taranto in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo del Comando Compagnia di Castellaneta, nel corso di un predisposto servizio antidroga in Mottola, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 29enne, incensurato, e denunciato in stato di libertà un 25enne, incensurato, entrambi del luogo, ritenuti responsabili del reato di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. I militari a seguito di perquisizione domiciliare in uno scantinato nella disponibilità dell’arrestato, rinvenivano una serra con n.6 piante di cannabis indica (altezza 60/70 cm circa), attrezzatura per la sua coltivazione ed essiccazione, nonché una valigia contenente gr.33 di sostanza vegetale già trattata. Nel medesimo contesto, veniva altresì perquisita un’abitazione rurale sempre in uso al 25enne, ma sempre nella disponibilità operativa del 29enne, ove venivano invece rinvenuti ulteriori gr. 690 di infiorescenze psicotrope stipate in una borsa frigo.

L’intero quantitativo di droga e l’attrezzatura per la produzione sono stati posti sotto sequestro mentre lo stupefacente veniva inviato al Laboratorio di Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Taranto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.