Importante sequestro della Polizia di Stato che in un’articolata attività antidroga nel versante est della provincia jonica ha sequestrato 13 kg di hashish ed arrestato un 28enne del posto perché ritenuto presunto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il personale della Squadra Mobile nei giorni scorsi con l’ausilio del team Cinofili della Polizia di Frontiera di Brindisi ha proceduto ad un controllo in casa di un giovane con piccoli precedenti per spaccio.

Con l’ausilio del cane antidroga, i poliziotti hanno trovato, in una stanza adiacente al solaio, due panetti di hashish per un peso complessivo di circa 180 grammi, un bilancino di precisione con evidenti tracce della sostanza stupefacente appena ritrovata e 130 euro in banconote di piccolo taglio. Questo inziale ritrovamento ha insospettito ulterior modo gli investigatori che hanno così deciso di approfondire la perquisizione.

Dopo aver recuperato una chiave all’interno dell’auto del giovane, i poliziotti hanno provato ad aprire i garage circostanti, trovando un positivo riscontro in uno di questi distante circa 30 metri dall’abitazione oggetto della perquisizione.

Il controllo ha dato ben presto conferma di quanto sospettato: sotto il sellino di un grosso scooter gli agenti della Squadra Mobile hanno recuperato confezionati in buste di cellophane sottovuoto 130 panetti di hashish con diverse etichette per un peso complessivo di poco meno di 13 chilogrammi.

Trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria competente, il 28enne è stato arrestato ed accompagnato presso la locale Casa Circondariale.

Per l’indagato vige la presunzione d’innocenza fino a sentenza definitiva.