La Polizia di Stato ha arrestato un tarantino di 57 anni ritenuto presunto responsabile dei reati di ricettazione e porto clandestino di armi e munizioni.

I Falchi della Squadra Mobile sono intervenuti nel tardo pomeriggio di ieri in via Ancona dove era stato segnalato un incidente stradale nel quale un uomo a bordo di un motociclo autonomamente era caduto sull’asfalto.

Giunti sul luogo dell’incidente, i poliziotti sono stati avvicinati dai sanitari del 118 nel frattempo giunti sul posto, segnalando che l’uomo ancora riverso a terra custodiva una pistola nella cinta dei pantaloni.

I Falchi hanno preso possesso dell’arma, risultata dai successivi controlli essere un pistola a salve modificata e perfettamente funzionante con il colpo in canna e completa di caricatore con 5 proiettili cal. 380.

I successivi accertamenti attraverso l’uso delle Banche Dati in uso alle Forze di Polizia, hanno anche permesso di verificare che il motociclo sul quale viaggiava l’uomo coinvolto nell’incidente era stato rubato lo scorso febbraio nel capoluogo jonico e che la targa originale era stata coperta con una adesiva relativa ad un motociclo la cui circolazione era cessata nel lontano 2015.

Il 57enne, che nella caduta aveva riportato alcune lesioni, è stato ricoverato presso l’Ospedale SS. Annunzia per i necessari controlli clinici.

Trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria competente, l’uomo, con numerosi precedenti penali a suo carico, è stato arrestato.

Si ribadisce che per l’indagato vige il principio della presunzione di innocenza sino a sentenza definitiva.