La Guardia Costiera di Taranto nella serata di ieri ha sequestrato circa 80kg di oloturie nel Mar Grande, i cosiddetti “cetrioli di mare”, nascosti in due secchi bianchi. Il prodotto, di cui è vietata la pesca, è stato evidentemente nascosto da pescatori di frodo che si sono accorti della presenza dei militari. Il pesce è stato sequestrato e rigettato in mare, poiché ancora vivo. Scattata la denuncia contro ignoti per deturpamento e danneggiamento dell’ecosistema marino.