Un’auto elettrica per i Carabinieri della Stazione di San Cataldo

Un’auto elettrica per i Carabinieri della Stazione di San Cataldo

Garantisce un’autonomia di 300 km e può ricaicarsi a qualsiasi presa

Da qualche giorno la Stazione Carabinieri di San Cataldo è stata dotata di un’auto elettrica. Il nuovo presidio dei Carabinieri nella Città Vecchia di Taranto, inaugurato lo scorso 30 gennaio alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, rappresenta un importante impegno istituzionale, teso a garantire la sicurezza e la pacifica convivenza della comunità, in un quartiere preso molto a cuore dalle amministrazioni locali, che puntano alla riqualificazione urbana di un’area particolarmente ricca dal punto di vista storico-artistico. Da qui la messa in campo, da parte del Comandante di Legione Carabinieri “Puglia”, Generale di Brigata Alfonso Manzo, di un’auto elettrica capace di garantire la presenza dei Carabinieri all’interno del centro storico, ed allo stesso tempo di rispettare l’ambiente ed il patrimonio architettonico e paesaggistico della Città Vecchia.

L’autovettura, Renault Zoe, è elettrica al 100%, ha una batteria che garantisce un’autonomia di 300 km ed in poche ore può ricaricarsi collegandosi ad una semplice presa elettrica presente nelle abitazioni. E’ configurata per il particolare servizio istituzionale delle Stazioni Carabinieri: possiede caratteristiche tecniche all’avanguardia e si conferma, in determinate zone, la soluzione ideale, raccogliendo, nello stesso veicolo, esigenze di tecnologia, efficienza e rispetto per l’ambiente. La tipologia di autovettura è dunque particolarmente funzionale per svolgere servizi di perlustrazione in contesti cittadini, storico turistici, come quello di Taranto Vecchia, laddove vi è maggiore sensibilità a limitare il traffico di veicoli tradizionali per limitare l’inquinamento atmosferico ed acustico.