Caporalato, ai domiciliari due conviventi

Caporalato, ai domiciliari due conviventi

Entrambi cittadini bulgari, autista del mezzo senza patente

Stavano portando nelle campagne, stipati in un’auto, cinque uomini bulgari ai quali avevano promesso una regolare assunzione per lavorare come braccianti agricoli. Per questo i carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari due conviventi, una 48enne e un 27enne di origine bulgara, con l’accusa di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Il 27enne è stato anche sanzionato perché guidava senza avere mai preso la patente. I militari hanno notato un’autovettura sospetta con a bordo sette persone, e hanno intimato l’alt al conducente. Dal controllo è emerso che all’interno del veicolo, oltre ai due presunti caporali, c’erano cinque braccianti agricoli.

L’autovettura utilizzata per il trasporto dei lavoratori è stata sottoposta a sequestro preventivo finalizzato alla confisca (secondo quanto previsto dal nuovo impianto normativo anticaporalato).