Ferito a colpi di pistola il figlio del senatore Iurlaro

Ferito a colpi di pistola il figlio del senatore Iurlaro

Arrestato l’uomo che l’ha sparato. Il giovane non è in pericolo di vita

Prima lo affianca con l’auto, poi tenta di buttarlo fuori strada, alla fine lo fa scendere dall’auto e spara due colpi di pistola ferendolo all’inguine. L’agguato è avvenuto nelle campagne di Maruggio, nel Tarantino, e vittima è Giovanni Iurlaro, primogenito del senatore Pietro Iurlaro, di Francavilla Fontana, esponente di Ala. Il giovane è stato ricoverato all’ospedale Giannuzzi di Manduria e non è in pericolo di vita: i proiettili non hanno leso alcun organo vitale.

Un commerciante 63enne di Sava è stato arrestato poco dopo l’agguato con le accuse di tentato omicidio e porto abusivo d’arma da fuoco. Alla base dell’aggressione ci sarebbe una lita per futili motivi il giorno prima in una stazione di servizio: i due non si conoscevano prima. Il figlio del senatore era in compagnia di un collaboratore per sbrigare una faccenda di lavoro. Stava percorrendo in auto la strada provinciale nei pressi di Sava quando l’auto del commerciante lo ha affiancato e ha tentato di buttarlo fuori dalla carreggiata fini a costringerlo a fermarsi.

Il 33enne avrebbe chiesto chiarimenti, ma il commerciante di tutta risposta ha estratto una pistola ed esploso due colpi di pistola che hanno raggiunto Iurlaro fra l’inguine e l’addome. L’uomo è stato immediatamente soccorso dal collaboratore, che lo ha accompagnato in ospedale e ha chiamato i carabinieri raccontando l’accaduto e descrivendo accuratamente l’autore del gesto. I proiettili non hanno leso alcun organo vitale. Il commerciante è stato rintracciato dai carabinieri nelle campagne di Sava e aveva ancora con sé la pistola, un revolver senza matricola: è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Taranto. L’arma, le munizioni e i bossoli saranno inviati al Ris di Roma per gli accertamenti balistici.